Esigenze Confezioni Funghi
Qualità Blog Avviso Contatto Mon compte

Il mio cestino

75€

Consegna gratuita

  • poudre chaga

    Chaga

    Antiossidante · Stimola l'immunità · Digestione

    34,00€

  • le Cordyceps en poudre

    Cordyceps

    Energie · Performance physique

    34,00€

  • reishi en poudre

    Reishi

    Stimola l'immunità · Infiammazione e rilassamento · Sonno

    34,00€

ordinare
0,00
  • 📦 Consegna 72 ore

  • Consegna gratuita a partire da 75 euro di acquisto

  • pagamento sicuro

Microdosaggio

Il microdosaggio di un prodotto o il microdosaggio di CBD consiste nel consumare piccole dosi di cannabidiolo o di un'altra sostanza al fine di trovare il miglior equilibrio tra dosaggio ed effetti avvertiti . Il microdosaggio può essere adottato per tutte le forme di CBD (olio, capsule, tisane, ecc.) e anche per il consumo di funghi medicinali.

Cos'è il microdosaggio?

Il microdosaggio ha avuto origine dal chimico Albert Hoffman che ha assunto microdosi di LSD per lungo tempo. Il chimico ha dimostrato che il metodo di microdosaggio, consistente nell'assumere piccole quantità di una sostanza in quantità incrementali a scopo terapeutico, è una tecnica ideale per condizionare i recettori del cervello in modo da ottenere una risposta fisiologica mirata con una dose minima. Ha osservato e documentato tutti i benefici generati da questa tecnica di microdosaggio in numerosi studi e sperimentazioni cliniche. La definizione di microdosaggio è quindi ottenere la dose minima efficace.

Oggi il microdosaggio è diventato molto diffuso tra il grande pubblico e con il CBD in particolare. Questa pratica prevede l’assunzione di diverse microdosi di CBD durante il giorno anziché una dose grande in una o due dosi. Anche le prese sono distanziate il più possibile. Fare questo presenta alcuni vantaggi.

I vantaggi del microdosaggio del CBD

Il microdosaggio e la distribuzione dell'assunzione di CBD nell'arco della giornata offrono alcuni vantaggi. Innanzitutto questa pratica permette di mantenere al meglio gli effetti del Cannabidiolo. Quindi, distribuire la dose nell'arco della giornata fornisce uniformità negli effetti avvertiti.

Il microdosaggio permette di introdurre gradualmente il CBD nell'organismo e quindi di beneficiare il più possibile di tutti i suoi benefici. Scegliendo il microdosaggio , il consumatore offre anche la possibilità di poter miscelare i prodotti all'occorrenza, senza dover subire aspetti negativi.

Come definire la giusta microdose di CBD?

Per poter calcolare la tua microdose , devi solo conoscere la tua dose giornaliera complessiva di CBD. Bisogna poi dividere il tutto in diverse riprese che verranno distribuite nell'arco della giornata. Puoi scegliere di assumere una microdose ogni 3 ore, ad esempio. Quando è la prima volta che assumi il Cannabidiolo, potrebbero essere necessari alcuni giorni per trovare il dosaggio perfetto. In questo caso è sempre consigliabile iniziare con piccole dosi, per poi aumentarle se necessario. Il calcolo del dosaggio del CBD deve tenere conto della concentrazione di Cannabidiolo nel tuo prodotto e del tuo peso.

Per mettere in pratica il microdosaggio, procedi passo dopo passo. Inizia prendendo la dose più bassa possibile di CBD .

Ascolta i tuoi sentimenti nella prossima ora. Se non si avverte alcun effetto dopo 30 minuti, assumere una dose equivalente aggiuntiva. Resta sintonizzato e una volta individuato il dosaggio giusto, pianifica la dose successiva al momento ideale. Fai il punto della situazione dopo una settimana e aggiusta se necessario.

Microdosaggio del CBD rispetto alla dose singola

Se il consumatore assume l’intera dose di CBD in una volta, sentirà effetti più intensi ma solo per una o due ore. Con il microdosaggio è esattamente il contrario, gli effetti si avvertono in modo più lieve ma durante il giorno.

Per ottenere i migliori effetti dal CBD , non è consigliata una dose massima. E il motivo è semplice: i recettori dei cannabinoidi stimolati dal CBD ad alte dosi si saturano. Tuttavia, ogni persona ha una soglia massima di ricettività al CBD. Superando questa soglia si ottiene l'effetto opposto a quello ricercato. Al contrario, rimanendo al di sotto di questa soglia, beneficiamo davvero dei benefici per la salute del CBD.

In conclusione, assumere piccole dosi giornaliere di CBD aumenta l’efficacia e i benefici degli effetti naturali del Cannabidiolo stimolando costantemente il sistema endocannabinoide. Le microdosi ti consentono di mantenere livelli stabili di CBD nei tuoi recettori .

Microdosaggio e olio di CBD

Il dosaggio raccomandato per l'olio di CBD varia da una a due gocce o più al giorno. L'assunzione dipende dalle esigenze di ogni persona e anche dall'olio CBD stesso (tasso di concentrazione del CBD). Ma anche in questo caso è possibile applicare il metodo del microdosaggio . Iniziare sempre con piccole dosi e aumentare l'assunzione se necessario in seguito. A titolo indicativo, avvertiamo gli effetti del CBD consumando 0,5 mg di CBD per chilo. Puoi utilizzare queste informazioni per convertirle nel numero di gocce di olio CBD.

Microdosaggio di funghi adattogeni

Un fungo adattogeno è un protettore dell'organismo (Reishi, Cordyceps criniera di leone, ecc.). Il suo ruolo è aumentare la resistenza del corpo e fornire un migliore equilibrio.

Pur essendo efficace, un fungo adattogeno è innocuo e non altera le funzioni naturali del corpo. Ma come per il microdosaggio di qualsiasi sostanza, anche per i funghi adattogeni esiste un dosaggio ottimale. Insomma, un consumo eccessivo potrebbe portare squilibrio invece di sostenere l’organismo in modo benefico. È quindi necessario trovare la dose giusta e non esitare a microdosare , anche se ciò significa aumentare successivamente la quantità.